Regate della Sensa - Comunicato Stampa

Il Consiglio direttivo dell’Associazione Regatanti, sentiti i rappresentanti degli equipaggi delle gondole e delle mascarete qualificatisi per le regate della Sensa in programma nel pomeriggio di domenica 12 maggio, comunica che al momento non c’è lo stato d’animo necessario per disputare serenamente le competizioni.

I regatanti sono infatti avviliti e delusi per l’assoluta mancanza di attenzione, di strategie e di iniziative concrete da parte dei responsabili dell’amministrazione preposti allo specifico settore, incapaci tra l’altro di sostenere e tutelare il mondo delle regate e di garantire sostenibilità all’intero sistema anche e soprattutto attraverso il reperimento di risorse alternative a quelle pubbliche.

Da ormai diverse stagioni, nonostante i continui solleciti e suggerimenti propositivi, non viene adottata alcuna iniziativa per il rilancio delle regate, Storica in testa. Anzi, a proposito della Storica, non solo non viene fatto alcun sforzo per riportare il pubblico in Canal Grande, ma anche non pare venir nemmeno adeguatamente sfruttata, attraverso una accurata e pianificata ricerca di sponsors, la visibilità garantita da oltre un’ ora di ripresa televisiva su un canale nazionale.

I Regatanti attendono quindi con impazienza di ricevere sicurezze da parte del Sindaco che ha fissato un incontro con il Direttivo per sabato pomeriggio a Ca’ Farsetti, con la speranza che egli possa illustrare già in questa occasione soluzioni concrete per far sì che Venezia continui ad essere dei Veneziani, fieri della loro storia e delle loro tradizioni, e che il mondo delle regate possa quindi continuare a testimoniare la vitalità di una città che non vuole perdere in modo irreversibile la sua identità storica e culturale.

Solo un forte segnale da parte del Sindaco in occasione del preannunciato incontro potrà dunque dare la necessaria motivazione ai regatanti uomini e donne per disputare le gare programmate in occasione della Festa delle Sensa.

 Tanto si comunica affinchè i Veneziani che ancora credono nelle loro tradizioni e nella opportunità di tutelarle comprendano le ragioni della nostra delusione e del nostro avvilimento e ci diano la loro solidarietà nell’interesse stesso di Venezia e di coloro che ancora caparbiamente intendono viverci.

Venezia, 8.5.2013

Gloria Rogliani
(Presidente dell’Associazione Regatanti)

Questo sito utilizza i cookies
Utilizziamo cookies di sessione per rendere più fluida la tua navigazione e di terze parti a soli fini statistici. Continuando la navigazione esprimi il tuo consenso all'utlizzo dei cookies nel rispetto della normativa in vigore.